Anguissa, la carta segreta di Spalletti: con lui è un Napoli imprevedibile

CASTELVOLTURNO (CASERTA) – La svolta si è materializzata con l’ingaggio nell’ultimo giorno di mercato di Frank Zambo Anguissa: un rinforzo low cost (prestito dal Fulham con diritto di riscatto) che sulle prime non aveva fatto saltare in piedi dalla gioia i tifosi del Napoli, ma che invece ha impiegato solo tre partite per rivelare il suo effettivo valore e soprattutto per dimostrarsi una pedina utilissima sullo scacchiere di Luciano Spalletti. Il mediano camerunense si sta facendo infatti apprezzare anche per la sua duttilità tattica, non solo per la forza fisica straripante e la tecnica individuale superiore alle aspettative con cui ha cambiato volto – in meglio – al centrocampo. L’ultimo arrivato se la cava altrettanto bene nel 4-2-3-1 e nel 4-3-3, i due moduli che la squadra aveva già cominciato con alterne fortune a memorizzare nella scorsa stagione e che adesso sono finalmente diventati intercambiabili. Si è visto bene nelle ultime due partite, contro Leicester e Udinese, in cui gli azzurri hanno cambiato assetto con disinvoltura e mantenendo un elevato livello di gioco.

Aguissa rende il Napoli imprevedibile

Con Anguissa è più facile e il Napoli diventa anche meno prevedibile per gli avversari. Fino all’ultimo momento, infatti, Spalletti farà pretattica sull’abito tattico che gli azzurri indosseranno nel posticipo di giovedì pomeriggio a Marassi contro la Sampdoria. Stavolta potrebbe essere preferito il 4-2-3-1, con Zielinski trequartista. Ma il polacco non è ancora al meglio dopo l’infortunio e dunque non si può escludere la conferma del brillante 4-3-3 visto a Udine, con Fabian regista ed Elmas nella posizione di mediano. Entrambe le soluzioni sono state sperimentate nel corso della rifinitura a Castelvolturno, che ha preceduto la partenza della squadra per la Liguria con un volo charter. 

Tra entusiasmo da primato e stanchezza inevitabile

È la terza trasferta in sette giorni e un po’ di stanchezza è inevitabile. Ma dal punto di vista mentale il Napoli proverà a spazzarla via con l’entusiasmo per il primato in classifica e da quello fisico con un po’ di turn over, anche se mirato. Spalletti sa infatti che la Sampdoria sta attraversando un buon momento e per questo si limiterà probabilmente a un paio di ritocchi rispetto alla vittoria di lunedì a Udine, con Zielinski e Lozano che sono pronti a dare il cambio a Elmas e Politano. In difesa invece Rrahmani è ancora favorito in difesa nel ballottaggio con Manolas. Gli azzurri devono difendere il loro primato solitario in classifica e si presentano a Marassi senza fare troppi calcoli. Serve una vittoria per allungare di nuovo il passo.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x