Ammutinamento nella Spagna femminile: in 15 contestano il ct e se ne vanno

Ammutinamento nella Spagna femminile: in 15 contestano il ct e se ne vanno

Ammutinamento nella Spagna femminile: in 15 contestano il ct e se ne vanno

Quindici giocatrici della selezione spagnola di calcio femminile hanno rinunciato alla loro presenza in Nazionale perché non condividono i metodi dell’allenatore Jorge Vilda. Lo ha annunciato la Federcalcio spagnola (RFEF), specificando che “la situazione attuale colpisce le giocatrici in modo significativo nel loro stato emotivo e nella loro salute e che, a meno di cambiamenti, rinunciano alla nazionale spagnola”. Ma nel contempo la presa di posizione federale emerge chiarissima: “La RFEF non consentirà alle giocatrici di mettere in discussione la continuità dell’allenatore della Nazionale e della sua squadra tecnica”. E, si aggiunge: “Le calciatrici torneranno alla selezione solo se riconosceranno l’errore e chiederanno perdono”.

Il ct Vilda: “Ferito dal modo di procedere”

Quando la squadra è stata convocata l’ultima volta a settembre, i capitani Irene Paredes, Patri Guijarro e Jenni Hermoso hanno spiegato ai funzionari della federazione il loro disaccordo con i metodi di lavoro di Vilda. Davanti ai media avevano riconosciuto un “malessere generale” nei confronti dell’allenatore, ma avevano negato di averne chiesto le dimissioni. Da parte sua, l’allenatore aveva dichiarato alla stampa di avere “una sensazione di delusione”, e di essere “ferito per il modo di procedere”. “Quello che succede negli spogliatoi dovrebbe rimanere negli spogliatoi”, ha aggiunto.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
8 giorni fa

““Le calciatrici torneranno alla selezione solo se riconosceranno l’errore e chiederanno perdono”.

ahahahah ahahahah ahahahah
e cosá fará la federazione?
chiama 15 sostituti?
o l’allenatore gioca con gli avanzi?
15 giocatrici (o anche giocatori) insoddisfatti a tal punto da rinunciare alla convocazione, non sono un solo raggazzino che si lamenta perché deve fare troppe flessioni.

e i bigotti della federazione sono convinti di risolvere il problema pretendendo il pentimento…
che babbei!!!