Agnelli, 12 anni di presidenza Juve: “Al più presto torneremo al posto che ci compete”

Anche se manca ancora l’ultimo capitolo del campionato, con la sfida del Franchi contro la Fiorentina, per la Juventus si avvicina alla conclusione la dodicesima stagione vissuta sotto la presidenza di Andrea Agnelli. Un evento che il club bianconero ha celebrato con una nota pubblicata sul sito, evidenziando che mentre si celebra l’annata numero dodici parallelamente si pensa già al futuro. “Stiamo già pensando alle nuove sfide da vivere, a tornare al più presto al posto che ci compete, e che con Andrea Agnelli come Presidente abbiamo occupato per tanti anni, alzando 9 volte la Coppa dello Scudetto, 5 volte la Coppa Italia e altrettante la Supercoppa Italiana – si legge sul sito bianconero -. Perché questa è ed è sempre stata la filosofia di Andrea: la vittoria più bella è la prossima. E la prossima, di vittoria, si conquista solo con quelle che sono le caratteristiche del DNA Juve: passione, dedizione, coraggio, forza di volontà e la grinta di chi non molla mai”.

A Firenze senza Dybala

Un messaggio in cui si sottolinea la voglia di tornare a vincere dopo una stagione avara di soddisfazioni e soprattutto chiusa senza trofei in bacheca, evento che non si verificava dalla stagione 2010/11, la prima vissuta interamente sotto la presidenza di Andrea Agnelli. L’ultima di campionato, però, sarà uno sguardo sul futuro più che una celebrazione del passato, visto che Allegri modellerà il volto della sua squadra. Non ci sarà Dybala, che ha chiuso la sua avventura in bianconero, durata sette anni salutando, con le lacrime d’addio versate al termine della sfida con la Lazio: oltre all’argentino mancheranno anche gli infortunati Danilo, Arthur, Zakaria mentre ad oggi sarebbe tra i convocati Chiellini, che potrebbe anche scendere in campo a Firenze, città in cui ha giocato nella stagione 2004/05, agli inizi della carriera, segnando 3 gol in 37 presenze.

Dubbi e certezze

In dubbio anche la presenza di Vlahovic, diffidato e che in caso di ammonizione sarebbe squalificato per una giornata da scontare nella prossima stagione. Il centravanti serbo, nel suo ritorno a Firenze in occasione dell’andata della semifinale di Coppa Italia, è stato bersagliato dalla tifoseria viola, ferita dall’addio del centravanti e dalla scelta di prendere la strada per Torino. Un motivo in più per evitare ogni rischio e non iniziare il prossimo anno ad handicap: decisione che Allegri non ha ancora preso e che non sarebbe una sorpresa. Si candida al ritorno in campo anche Weston McKennie, che ha svolto l’intero allenamento con il gruppo e sarà a disposizione di Allegri dopo la frattura rimediata a Vila-Real nell’andata degli ottavi di Champions.

Agnelli, 12 anni di presidenza Juve: "Al più presto torneremo al posto che ci compete"Fonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

“Juve, dalla Spagna: Morata non verrà riscattato. I bianconeri lo hanno comunicato al giocatore”.fantastico!!!
chissá quanti milioni risparmia la vecchia signora!!
ovvio che poi un sostituto con le stesse qualitá lo pagano 35 centesimi…

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

1) ha cambiato 4 allenatori in 4 anni e ora deve tenersi quello che ha perché gli costa 9 milinoi all’anno + tasse, ANCHE SE PERDE.
2) ha speso 280 milioni per NON vincere NULLA in europa nonostante avesse in squadra il miglior giocatore al mondo o quasi
3) ora per vlahovic ne ha spesi 70 + bonus + stipendio + tasse e ha fatto peggio perché ha perso due finali di coppa in italia ed é solo 4° in campionato
4) un dipendente di una qualunque altra aztienda sarebbe stato licenziato da tempo…
ma lui, no!
lui é il figlio di papá pieno di soldi.
e quando non vuole spendere i suoi puó sempre fare un bell’aumento di capitale che pagano gli azionisti e tigosi grulli.

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

“Arrivabene riscrive il motto Juve: “Vincere unica cosa che conta? Beh, anche andare in Champions…”. quando non si arriva all’uva vanno bene anche i noccioli delle ciliegie…

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

fase 1: locatelli (24 anni), kean (22), zaniolo (22)
fase 2: di maria (34anni), perisic (33), acerbi (34), jorginho (30), pogba (29)

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

Damascelli: “La perfidia social: ci voleva uno juventino per perdere un’altra finale europea”. ramsey torna a vinovo.
e poi troverá anche jorginho.
con tutti ‘sti rigori sbagliati, gli arbitri bianconeri dovranno fare gli straordinari…