Aggredita in strada Kheira Hamraoui, giocatrice del Psg: fermata la compagna di squadra Aminata Diallo

Kheira Hamraoui, centrocampista del Paris Saint-Germain e della nazionale francese, è stata violentemente aggredita in strada la scorsa settimana e la sua compagna di squadra, sia nel club che nella rappresentativa transalpina, Aminata Diallo, presente al momento dei fatti, è stata posta sotto custodia dalle forze dell’ordine che si sono presentate di prima mattina nella sua abitazione a Marly-le-Roi. La notizia è stata confermata dal club della capitale francese. “Il Paris Saint-Germain prende atto del fermo di polizia di questa mattina di Aminata Diallo da parte del Servizio Regionale di Polizia Giudiziaria di Versailles nell’ambito dell’inchiesta aperta a seguito di un’aggressione avvenuta nella serata di giovedì scorso ai danni di giocatrici del club”, si legge nel comunicato della società calcistica, che conferma le informazioni rivelate dal quotidiano sportivo ‘L’Equipe’.

L’aggressione alle calciatrici di uomini mascherati con spranghe

Hamraoui, 31enne centrocampista appena rientrata dal Barcellona dopo la conquista della Coppa dei Campioni, era assente nel match disputato martedì sera dal Psg, che ha travolto 4-0 il Real Madrid proprio in Champions League femminile, al suo posto in campo proprio la 26enne Aminata Diallo. I “motivi personali” addotti per spiegare il forfait hanno dunque trovato una risposta dalla cronaca. Come spiega il quotidiano sportivo francese, giovedì sera Hamraoui stava rientrando a casa in auto insieme a Diallo e ad altre due compagne dopo una cena organizzata dalla società al Bois de Boulogne, quando vengono fermate da diversi uomini mascherati con dei passamontagna che trascinano la veterana fuori dalla macchina e la colpiscono alle gambe con delle spranghe. Secondo ‘L’Équipe’, ad Hamraoui sono stati posti diversi punti di sutura sia agli arti inferiori sia alle mani nel vicino ospedale di Poissy. Sulla base delle prime informazioni, Diallo è stata fermata dalla Polizia per essere quantomeno interrogata riguardo al grave episodio, ma a quanto trapela il suo ruolo nell’aggressione sarebbe primario, a causa delle rivalità con la collega proprio in seno al club e alla Nazionale.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x